biscotti lavanda

Ingredienti:

(per circa 25 biscotti)

  • 200 g di farina
  • 2 tuorli a temperatura ambiente
  • 80 g di zucchero
  • 80 ml di olio
  • 1 cucchiaino raso di lievito per dolci
  • 1 cucchiaio abbondante di fiori essiccati di lavanda biologica
  • un filo di acqua o ancora farina se è necessario

Preparazione:

  • Lavorate a lungo i tuorli con lo zucchero; aggiungete a filo l’olio;
  • Unite a farina e il lievito poco per volta, quindi unite la lavanda;
  • Mescolate finché non ottenete un panetto; se è poco malleabile aggiungete un filo di acqua, se è troppo liquido un po’ di farina;
  • Avvolgete la frolla nella pellicola e fare riposare in frigo per 30 minuti circa;
  • Stendete la pasta non troppo sottile (anche 1 cm) e formate i biscotti della forma che più vi piace;
  • Cuocete a 180° C per 15 minuti circa (forno statico).

 

Buon appetito!!!

 

Annunci

fusilli

Ingredienti:

(per 4 persone)

  • 350 g di fusilli o la pasta che preferite
  • 3 zucchine novelle
  • 8 pomodori ciliegia
  • 1 cucchiaio di pinoli (potete aggiungere anche 1 cucchiaio di nocciole e 1 di mandorle sminuzzate)
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 100 ml di brodo vegetale
  • 10 foglie di basilico
  • sale
  • pepe

 

Preparazione:

  • Lavate e spuntate le zucchine, tagliatele a rondelle spesse e saltatele in padella con l’olio e l’aglio schiacciato; salate e pepate; appena saranno leggermente rosolate, unite il brodo e fate cuocere fino a renderle tenere;
  • Nel frattempo lessate la pasta in acqua salata;
  • Frullate le zucchine fredde con il proprio fondo (eliminando l’aglio) e con il basilico; tagliate i pomodorini a spicchi e tostate la frutta secca;
  • Amalgamate la pasta alla crema di zucchine, aggiungete i pomodori e la frutta e servite.

 

Buon appetito!!!

riso e salmone

Ingredienti:

(per 4 persone)

  • 250 g di riso Basmati
  • 700 g di filetto di salmone fresco
  • 3 cucchiai di olio d’oliva
  • sale
  • pepe

per la salsa:

  • 2 spicchi d’aglio sbucciati
  • 2 cucchiaini di paprika
  • 1 cucchiaino di cumino in polvere
  • 5 cucchiai di olio evo
  • 2 cucchiai di aceto di vino bianco
  • Sale

Preparazione:

  • Per la salsa: passate al mixer l’aglio, la paprike e il cumino per 1 minuto, quindi con il motore ancora in funzione, aggiungete a filo un cucchiaio di olio. Con una spatola, raccogliete la miscela sulle pareti della vaschetta, quindi aggiungete il resto dell’olio, a filo, finché la salsa non si è leggermente addensata. Aggiungete l’aceto e fate andare il mixer per un altro minuto. Salate a piacere;
  • Levate la pelle del salmone, tagliatelo a fette di circa 2 cm di larghezza, eliminando le spine, quindi salateli e pepateli;
  • Fate scaldare l’olio d’oliva in una larga padella e cuocete il pesce per circa 10 minuti, finché non è dorato su entrambi i lati;
  • Traferite il salmone in un piatto da portata, versateci sopra la salsa e accompagnate con il riso Basmati, cotto secondo quanto indicato sulla confezione.

 

Rispetto al riso tradizionale, brillato, quello Basmati ha un indice glicemico leggermente inferiore.

 

Buon Appetito!!!!

Sacred-3

La parola “rinnovamento” è stata negli ultimi anni il punto cardine di molte software house di tutto il globo. Per molte questa idea ha portato tanta gioia e tanta gratitudine da parte dei fan videoludici, che volentieri preferiscono un gameplay scattante e action ad uno lento e ragionato. Capita però che questa voglia di rinnovamento porti a delle catastrofi stratosferiche, generando un crollo delle più belle saghe mai create nel tentativo di modificare un gameplay solido come una roccia ormai consolidatosi negli anni e apprezzato da milioni di giocatori. Tra tutte quelle saghe, quella magica parolina si è impossessata di una saga quale Sacred.

Perdita di identità: Se i fan della serie si aspettano un gioco di ruolo, purtroppo resteranno molto delusi dal nuovo Sacred 3. Esplorazioni infinite, centinaia di armi ed equipaggiamenti, alberi degli abilità personalizzabili, tutti gli elementi dell’ RPG hack’n’slash più amato al mondo verranno meno in questo nuovo capitolo, lasciando spazio a tutt’altro. Ci si troverà di fronte ad un gameplay simile a quello già visto in altri titoli come Lara Croft and the Guardina of Light. Il nostro personaggio dovrà avventurarsi tra orde di nemici per giungere alla fine del livello, utilizzando un attacco base, uno spezza guardia, una capriola e due abilità di combattimento legate al personaggio scelto. E poi? E poi basta, finisce tutto così… Il sistema di controlli risulta comodo per i controller, e bisogna capire come gli sviluppatori lo adatteranno a mouse e tastiera. Come accennato, si potrà optare tra diversi personaggi, ognuno con abilità specifiche alla propria classe Tutte le abilità potranno essere sbloccate tramite l’utilizzo di monete d’oro da raccogliere nel corso della nostra avventura, unite alla quantità di esperienza necessaria. Sarà possibile interagire, tramite la modalità cooperativa sia online che in locale, con altri tre amici. Nonostante possa risultare un gaio trastullo per risate in compagnia, la modalità cooperativa tenderà a semplificare non poco i combattimenti, essendo i nemici relativamente poco forti, in aggiunta alla possibilità di resuscitare i propri compagni deceduti con la pressione di un semplice pulsante. Completare il gioco potrebbe di fatto diventare un gioco da ragazzi.

Ti farò un ritratto: Se nel comparto gameplay la delusione potrebbe essere elevata, il comparto tecnico-artistico rende il tutto abbastanza gradevole. I paesaggi tipici della saga, ricchi di atmosfera e profondità, regalano ancora momenti di spettacolarità, così come le musiche, che accompagnano il giocatore adattandosi ai vari ritmi dell’avventura. Ognuno di questi livelli presenta peculiarità e varietà di nemici, dai semplice banditi ai mostri spettrali presenti nei cimiteri oscuri. Poiché l’aria del rinnovamento aleggia costantemente sulla testa degli sviluppatori, la grafica tende a fondere lo stile realistico a quello cartoon, decretando anche in questo frangente un distacco con i suoi predecessori. E nonostante i filmati di intermezzo siano interamente dipinti a mano, la trama sembra aver perso quella profondità tipica di Sacred, divenendo banale e tratti addirittura forzata. Ci si aspetta un miglioramento da questo punto di vista, essendo forse questa l’unica modifica che la software house si appresterà a fare.

Capita spesso che i cambiamenti e le rivoluzioni portino ventate di freschezza e novità, soprattutto nel mondo dei videogiochi. C’è da dire però che spesso il tempo aiuta, e che magari alcuni cambi di rotta debbano essere fatti con più calma, senza catapultare il giocatore in un nuovo mondo di gioco senza alcun preavviso. Le aspettative sono tutt’altro che ottimistiche, valutando quali e quanti cambiamenti siano stati fatti senza il minimo preavviso. Uno shock che non passerà inosservato.

Torta alle pesche e yogurt

Pubblicato: luglio 3, 2014 da Giulia Tacchella in MangiAMO con Giulia
Tag:, , ,

torta pesche

Ingredienti:

  • 200 g di farina
  • 300 g di pesche
  • 2 uova
  • 125 g di yogurt
  • 100 g di zucchero
  • ½ bustina di lievito per dolci
  • 120 ml di olio di mais

 

Preparazione:

  • Sbattete i tuorli con lo zucchero, aggiungete l’olio a filo, poi lo yogurt;
  • Aggiungete la farina e il lievito setacciati, quindi unite delicatamente gli albumi montati a neve e per ultimo le pesche tagliate a pezzetti;
  • Versate il composto in una teglia rivestita di carta forno e cuocete a 180° C per circa 40 minuti.

 

Buon Appetito!!!