Posts contrassegnato dai tag ‘Android’

unnamed

Questo articolo è dedicato ad alcuni software e app molto utili per chi fa musica:

  1. Metronomo “Mobile Metronome”: indispensabile strumento di studio é sempre utile da avere sotto mano. E’ il migliore metronomo che abbia trovato in circolazione perché è molto completo, tra le caratteristiche vi scrivo le più importanti: il tempo è impostabile da 10 a 230 BPM (e contiene anche le indicazioni classiche come “Allegro”, “Vivave” ecc…), è possibile impostare le battute da 2 a 20 quarti per battuta, i quarti possono essere suddivisi in ottavi, terzine, sedicesimi, quintine e sestine, è possible impostare l’accento sul primo quarto di ogni battuta, scegliere tra 4 banchi diversi di suoni e dispone anche della modalità tap per trovare il valore BPM a tappando il tempo sullo schermo. Versione Android free, Android pro.
  2. Gestione spartiti “MobileSheets”: un manager per spartiti davvero molto completo. Permette di organizzare tutti i nostri spartiti in maniera molto efficiente: possiamo ad esempio importare uno spartito pdf, creare annotazioni/sottolineature, linkarlo al suono brano mp3, impostare una velocità sul metronomo integrato per provare il brano senza musica e poi avere a disposizione tutte queste informazioni direttamente dall’app, impostare l’auto scroll in base al tempo del metronomo oppure in base ad un numero di secondi, in più ha il supporto per i pedali bluethoot (schiacciate il pedale e cambiate pagina). Avere una raccolta di brani da suonare organizzata in questa maniera ci semplifica davvero la vita. Da sottolineare che la versione free ci consente di avere solo 8 brani mentre la versione completa non ha limiti.
  3. Gestione brani e spartiti interattivi midi GuitarPro: nella versione desktop è possibile creare/modificare spartiti e riprodurli in formato midi mentre nell’app mobile è solo possibile riprodurli. E’ un software molto diffuso sopratutto grazie alla modalità di riproduzione che è di ottima qualità seppure in formato midi, inoltre contiene davvero molti banchi di suoni realistici adatti ad ogni esigenza. Caratteristica non da poco è la possibilità di avere spartiti contenenti tutti gli strumenti di un brano e poter decidere di metterne uno o più in modalità muta, cambiarne i volumi, o metterli in modalità solo; come al solito contiene anche un metronomo. Gli spartiti in formato guitar pro sono molto diffusi quindi se stiamo cercando dei brani molto conosciuto è possibile trovarli gratuitamente su internet (senza violare nessun copyright perché scritti dagli utenti), a proposito esiste un’interessante portale di spartiti in questo formato ma scritti da professionisti e molto accurati che è si chiama mySongBook.
  4. Backing tracks con spartiti originali Jammitt: software molto interessato che offre la possibilità di sentire e suonare con le vere parti strumentali registrate in studio dei brani presenti nel catalogo e allineati con il loro spartito ufficiale. Sembra fantascienza ma è reale, il catalogo al momento è ancora un po’ limitato ma se troviamo un brano di cui abbiamo bisogno è la piattaforma migliore su cui imparare e provare la nostra esecuzione.
  5. Spartiti e didattica classica Smartmusic: software molto utilizzato in America per l’insegnamento di brani e metodi classici, dispone di un archivio molto vasto ed è molto usato dalle bande e dalle orchestre perché molti brani includono anche le corrispettive registrazioni orchestrali e quindi è possibile provare a casa propria come se ci fosse tutta l’orchestra a nostra disposizione.

Non rimane che cliccare qualche link e approfondire in base alle esigenze! Se qualcuno avesse qualche altra utile applicazione da segnalare basta lasciare un commento qui sotto!

 

google_play_music

Fra i tantissimi servizi che offre google ce n’é uno particolarmente interessante per gli amanti della musica: si tratta di Google Play Music. Anche nella versione free consente di caricare fino a 20.000 brani online per poi averli disponibili in streaming su ogni dispositivo a nostra disposizione (mobile e web). Disponibile sia per Android che iOS.

E’ un servizio molto comodo per chi ha un ampio archivio musicale e non vuole rinunciare ad averlo sempre a disposizione: su smartphone o tablet é difficile riuscire a caricare archivi molto grandi vista la quantità di memoria necessaria. Io ad esempio finora ho caricato piú di 6.000 brani (48 gb). Consente sia di creare e salvare delle playlist sia di farci scaricare i brani già caricati (quindi può essere utilizzato anche per trasferire alcuni brani da un dispositivo all’altro).

Per utilizzare il servizio bisogna installare sul nostro pc un’applicazione che serve per effettuare l’upload dei nostri brani: saranno subito accessibili dal web (con un player online), mentre per renderli accessibili da smartphone e tablet occorre installare la corrispondente app (contiene anche il player) e ovviamente attivare la connessione. Attenzione alle vostre soglie se siete con il 3g!

L’upload delle canzoni potrebbe richiedere un po’ di tempo, ma se le avete taggate bene (con autore, titolo brano, album ecc) Google riuscirà a riconoscere il brano che state caricando e se lo troverá nei suoi archivi vi farà saltare il tempo di upload “sostituendo” il vostro file con quello che ha giá a disposizione.

Una funzione molto comoda é la modalità offline: consente di rendere disponibili i brani che selezioniamo anche senza connessione. Nel momento in cui lo si fa bisogna essere connessi, l’applicazione avvierà il download dei brani selezionati cosí da consentire l’ascolto offline. Chiaramente in questo modo utilizzeremo la memoria del dispositivo per memorizzare i brani quindi non é molto utile scaricare l’intera raccolta, sarebbe inutile aver caricato tutto sul server. Potrebbe essere utilizzata per tenere una “scorta” di brani per sicurezza, se il 3g non prende altrimenti siamo fregati!

Utilizzando quindi questo fantastico servizio di google saremo in grado di ascoltare tutti i nostri brani senza bisogno di averli su chiavetta o su smartphone/tablet.

La versione unlimited invece é disponibile al costo di 9,99 euro al mese e ci consente di avere a disposizione una raccolta di piú di 20 milioni di brani: possiamo ascoltarli sia in streaming che utilizzare la funzione offline, mentre il download non é possibile senza acquistarli. Vi segnalo che Google ci consente di provare gratis per 30 giorni questa versione prima di abbonarci.

Ottimo servizio assolutamente da non perdere.
Google Music: listen instantly, anywhere!