Coldplay magici su Sky Uno

Pubblicato: maggio 20, 2014 da Isabella Castelli in Note Bionde
Tag:, , , ,

hqdefault

Ieri sera alle 20.10 su Sky Uno è andato in onda un suggestivo live dei Coldpay diretto da Paul Dugdale e intitolato Ghost Stories, in onore del loro ultimo album.

Non si è trattato del solito concerto in un palazzetto o in uno stadio, bensì l’atmosfera questa volta è stata più magica e intima: un teatro ha infatti accolto 800 fan della band.

La scaletta prevede pezzi storici e nuovi e i giochi di luce e gli effetti speciali rendono il tutto incantevole.

Ad aprire le danze è “Always in my head”, estrapolata dal nuovo disco, proiettata su uno schermo nel teatro. I coldplay suonano senza pubblico e ci danno un assaggio dello spettacolo che andremo ad assaporare pochi minuti dopo.

Entrata trionfale con “Magic”, ultimo singolo rilasciato. Gli effetti sul soffitto sono mozzafiato e il pianoforte che suona da solo rende l’atmosfera ancora più fiabesca.

Una luce rossa si abbassa e illumina tutto il pubblico e il palco, mentre le note di “Clocks” iniziano a suonare. Boato del pubblico che ovviamente riconosce il brano, ormai nel repertorio storico del gruppo.

Le parole di Chris Martin che seguono sono davvero dolci e sentite.

“Era da tanto che non guardavamo negli occhi il nostro pubblico -dice il cantante- è bello rivivere quella sensazione.”

“Suoneremo brani mai suonati davanti ad un pubblico” annuncia poi. Inutile descrivere il boato emesso dal modesto pubblico.

La scaletta prosegue con “Midnight”, accompagnata dall’immagine di una colomba che vola proiettata sul palco. Bellissimo vedere come il batterista e chitarrista pilotano gli effetti speciali attarverso dei cubotti posti su di un palco vicino agli strumenti.

Ora però è tempo di ballare, e quale pezzo migliore di “Viva la vida”?

“Another’s Arms” ci trasporta per un attimo fuori dal teatro. La scena infatti si sposta fuori poiché viene proiettato un video di Chris che, con la chitarra, corre fuori dal teatro, cammina per strada, prende un taxi, arriva su un porticciolo sul mare e si siede su una panchina di legno.

Qui il brano precedente termina e lui inizia a suonare “Oceans”.

Inutile aggiungere che questo quadro mostri un immagine davvero suggestiva e magica allo stesso tempo.

Alla fine si getta in acqua e dallo schermo del teatro, dove vediamo il suo corpo nell’oceano, ritorniamo allo show.

“A sky full of stars”, accompagnato giustamente da un cielo stellato, è a parer mio la canzone più allegra dell’ultimo album, decisamente più malinconico rispeto a Mylo Xiloto.

Segue una commovente presentazione dei membri della band, descritti prima di tutto come amici che come musicisti.

Ghost Stories si conclude al piano con “O”, ma i Coldplay ci riservano ancora un ultimo brano.

A chiudere le danze è infatti Paradise, dove il pubblico si scatena ballando e i coriandoli inondano il palco.

Che altro aggiungere se non: And if you were to ask me, After all that we’ve been through, Still believe in magic? Yes, I do.”

I coldplay per me rimangono sempre magici.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...