Insonorizzazione acustica: la leggenda dei cartoni delle uova

Pubblicato: marzo 16, 2014 da Alessandro Saitta in Sapevate che...
Tag:, ,

cartoni uova
In ambito musicale molto spesso si sente parlare e si può leggere di come si possano utilizzare i cartoni delle uova per insonorizzare un ambiente dove suonare: ad esempio una sala prove fai da te.

Come batterista e possessore di una cabina insonorizzata artigianale posso vivamente sostenere che i cartoni delle uova siano poco più di una leggenda, perché di fatto il risultato che si ottiene con la loro applicazione all’interno di un ambiente non ha niente a che vedere con l’insonorizzazione acustica ma bensì con l’assorbimento acustico.

Spieghiamo in poche parole cosa si intende con i termini fonoisolamento e fonoassorbenza. Il primo termine si riferisce agli interventi adottati allo scopo di limitare la propagazione del suono fra diversi ambienti, quindi se il nostro problema è che i vicini si lamentano perché quando suoniamo facciamo troppo “rumore” dovremo preoccuparci di insonorizzare meglio la nostra stanza (e il 99% delle volte è questo il problema). Il secondo invece si riferisce agli interventi adottati allo scopo di correggere l’acustica dell’ambiente, quindi se all’interno della nostra stanza mentre suoniamo non sentiamo bene o percepiamo echi dovremo preoccuparci dell’assorbimento acustico (e/o magari della correzione acustica).

I cartoni delle uova rientrano nel campo della fonoassorbenza, non del fonoisolamento come spesso si dice erroneamente e quindi possono essere utili solo per migliorare il suono interno di una stanza, applicandoli sulle pareti e sul soffitto. Il beneficio che possono dare consiste nell’ottenimento di un suono un po’ più secco, perché con la loro particolare forma riescono a spezzare l’onda sonora e diminuire la riflessione del suono all’interno della stanza: parte delle onde sonore quando va a sbattere contro una parete liscia viene riflessa all’interno della stanza, i nostri cartoni diminuiscono questo effetto.

Perché di fatto vengono comunque utilizzati? Semplice, perché sono una soluzione davvero molto economica in quanto si riescono a reperire gratuitamente da pasticceri o gelatai oppure si possono acquistare su internet a prezzi davvero contenuti.

A mio parere se si vuole ottenere un assorbimento quantomeno apprezzabile bisogna almeno utilizzare dei pannelli fonoassorbenti piramidali, hanno lo stesso scopo ma funzionano molto meglio, mentre se si vuole davvero insonorizzare una stanza purtroppo bisogna affidarsi a materiali fonoisolanti ben più costosi.

Annunci
commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...