Estensione vocale e “tipi di voce”

Pubblicato: febbraio 23, 2014 da Alessandro Saitta in Musica, Sapevate che...
Tag:, , , , , ,

pavarotti
Soprano, mezzosoprano, contralto, tenore, baritono e basso: a che cosa si riferiscono questi termini? Almeno una volta tutti avrete sentito citare una di queste definizioni (molto usati nella musica classica ma non solo) lo scopo di questo articolo sarà cercare di spiegare il loro significato.

Prima di entrare nel merito delle differenze tra queste categorie di voci bisogna fare un accenno al significato di “estensione vocale”. Con questo termine solitamente si intende l’intervallo di note che un cantante è in grado di emettere: da quella più acuta a quella più grave.

In base all’estensione vocale i cantanti possono essere suddivisi nelle categorie sopracitate: lo scopo è semplicemente quello di creare una “definizione standard” dei diversi tipi di voce. Nella pratica queste definizioni sono utilizzate per individuare il tipo di voce adatto ad eseguire un brano: si analizza l’intervallo melodico dell’opera da eseguire (sempre prendendo nota più alta e nota più bassa) e lo si confronta con quello delle varie categorie, individuando quindi se l’esecuzione dovrà essere affidata ad un soprano, un mezzosoprano ecc…

Entrando nello specifico qui sotto trovate l’estensione vocale dei vari tipi di voce evidenziata sul pianoforte, che fa capire molto bene la spiegazione precedente:
Soprano
soprano_voice_marked_on_keyboard

Mezzosoprano
mezzo-soprano_voice_marked_on_keyboard

Contralto
alto_voice_marked_on_keyboard

Tenore
tenor_voice_marked_on_keyboard

Baritono
baritone_voice_marked_on_keyboard

Basso
bass_voice_marked_on_keyboard

Le prime tre voci, le più acute, sono femminili, mentre le altre tre sono maschili. Per completezza bisogna dire che le estensioni di riferimento non sono così rigide, infatti nel tempo diversi studiosi le hanno un po’ “ritoccate”, inoltre per ognuna di queste definizioni ci sono delle sottocategorie più specifiche che prendono in considerazione anche il timbro vocale (non è facile dare una definizione di timbro, solitamente viene paragonato al “colore” di un suono, per capire vi direi di pensare ad un cantante nero ed uno bianco, anche se emettono la stessa nota hanno proprio un “colore” diverso, si percepiscono in maniera totalmente differente).

Ritornando alle sottocategorie a scopo chiarificatore vi riporto la definizione di soprano leggero e soprano drammatico presa da wikipedia. Soprano leggero, di coloratura o d’agilità (dal re centrale al fa sovracuto, re3 – fa5): voce dolce, chiara, di volume limitato ma molto duttile e agile; spazia nella zona acuta e sovracuta ed è dotato di capacità virtuosistiche.
Soprano drammatico (dal la grave al do sovracuto, la2 – do5): voce ricca, piena, di timbro scuro e intenso volume; spazia nella zona centrale ed è portato agli accenti forti e drammatici.

Ho cercato di essere il meno tecnico possibile e di spiegare in maniera semplice l’argomento ma se ci fosse qualche dubbio, lasciate un commento!

Annunci
commenti
  1. […] Entrando un po’ nel merito del funzionamento di questo particolare tipo di formazione cercherò di farvi capire quali sono i suoi meccanismi di base. Innanzitutto ogni elemento ha una specifica funzione all’interno del gruppo dettata dal tipo di voce, avrete sicuramente sentito parlare di tenori, soprani, baritoni ecc.. sono delle definizioni che si riferiscono all’estensione vocale di un cantante e al suo timbro. In caso non sappiate bene a cosa si riferiscono questi termini vi consiglio di leggere l’articolo di settimana scorsa “estensione vocale e tipi di voce”. […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...