NON SI DICA CHE IL CORPO E’ PIU’ FORTE DELLO SPIRITO

Pubblicato: febbraio 21, 2014 da Redbreast in Redbreast, Videogames
Tag:, , ,

Murdered-soul-suspect

Il pubblico è ormai abituato a quelle serie televisive in cui detective e poliziotti lottano contro il crimine per portare la giustizia al trionfo. Nessuno però ha mai assistito a delle indagini svolte da un personaggio… deceduto. Stiamo parlando di Murdered: Soul Suspect, creatura della Airtight Games ancora in via di sviluppo. Definita da team stesso una ‘supernatural detective story’, la vicenda interesserà le indagini di un detective immolato per la causa anche dopo la sua dipartita.

Dopo la scena introduttiva mostrato nel video gameplay, in cui una furiosa lotta infuria tra il protagonista ed un misterioso personaggio in un palazzo tra le vie di Salem, Massachusetts, il giocatore si trova a gestire i movimenti del sopra citato protagonista appena deceduto in seguito al duro scontro, Ronan O’Connor. Resosi conto della sua forma spettrale, Ronan comincia ad aggirarsi sulla scena del crimine dove i suoi colleghi sono già giunti per cominciare le indagini. Si rende però presto conto di non avere più alcun tipo di potere fisico, ma il suo stato di fantasma gli permette di attraversare muri ed oggetti come se nulla intralciasse il suo cammino. Avendo ancora la possibilità di indagare, decide di far luce sul suo stesso omicidio e di trovare il colpevole utilizzando la sua nuova forma eterea.

Avendo ormai chiara la sua nuova capacità, decide di sfruttare a suo vantaggio tutte le abilità proprie di uno spettro. Oltre a poter passare attraverso i muri, infatti, O’Connor possiede la capacità di impossessarsi dei corpi umani e vedere ed udire con i loro occhi e le loro orecchie. Nella demo presentata alla scorsa fiera di Los Angeles gli sviluppatori hanno voluto mettere in luce la capacità del poliziotto di poter leggere nella mente del posseduto e poterne cavare nuovi indizi, come accade con una testimone presente sul luogo dell’incidente. Dopo aver ascoltato i propri colleghi e aver messo insieme alcuni tasselli del puzzle, Ronan decide di tornare all’interno del palazzo da cui è precipitato per poter avere una visione complessiva dell’accaduto. Il mondo che lo circonda non è però quello dei vivi, ma una miscela tra quello reale e il “Crepuscolo”, un limbo in cui regnano ombre, segni mistici e creature soprannaturali.

 Essendo Murdered un gioco investigativo molti saranno gli elementi interattivi con cui il giocatore dovrà confrontarsi, appartenenti sia al mondo reale che al Crepuscolo, per riuscire a dare un senso all’accaduto. Moto interessante è l’utilizzo di puzzle durante le fasi di investigazione, come per esempio vicino alla finestra rotta dopo lo scontro, in cui bisogna riordinare le parole che appaiono sullo schermo per ricostruire il più fedelmente possibile la vicenda appena accaduta. Una volta svolto lo stesso meccanismo anche nelle altre parti della stanza, si dovranno mettere in ordine cronologico tutti i singoli atti avvenuti e, se questo viene fatto in modo corretto, si assisterà ad un breve video che mette in luce la realtà dei fatti, e al cui termine si noterà O’Connor come colto da una sorta di epifania.

Tutto questo sembra dare poco spazio all’azione vera e propria. In verità i demoni presenti nel corso dell’avventura daranno modo di saggiare appieno le abilità soprannaturali del protagonista. Non potendo utilizzare armi o oggetti fisici, si potranno utilizzare il teletrasporto, per cogliere i nemici di sorpresa, o il possesso diretto per allontarli. Questa sorta di combat system resta ancora un mistero che dovrà sicuramente essere approfondito. In definitiva Murdered: Soul Suspect sembra possedere una trama avvincente ed unica, grazie alla scelta di un personaggio fuori da ogni schema standard del gioco di investigazione. Graficamente eccellente, si aspettano nuovi sviluppi su tutti i campi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...