AUSTRALIAN OPEN: TRA I BIG CADE SOLO DEL POTRO, NEL FEMMINILE SERENA K.O., PENNETTA UNICA AZZURRA AI QUARTI

Pubblicato: gennaio 20, 2014 da Matteo Pifferi in Game, Set & Match
Tag:, , , , , , , ,

australian-open-logo

Gennaio per i tennisti coincide con Australian Open, il primo dei 4 Slam che si disputano nell’arco della stagione e per questo i migliori giocatori puntano ad arrivare pronti a questo appuntamento. Quando il tabellone è allineato ai quarti di finale, ripercorriamo il cammino dei big, che si sono dimostrati subito in palla non concedendo nulla o quasi agli avversari.
Rafael Nadal, testa di serie numero 1 del tabellone, ha sconfitto nei primi 2 turni le promesse del tennis Aussie Tomic (6-4 1-0 rit.) e Kokkinakis in 3 rapidi set (6-2 6-4 6-2) prima di umiliare il talentuoso francese Monfils, a cui lo spagnolo ha concesso solo 6 game. Agli ottavi di finale invece, il maiorchino ha sofferto più del previsto con il giapponese Nishikori, sconfitto grazie a 2 tiè break dopo 3 ore e 21 minuti. Ora lo attende ai quarti il promettente bulgaro Dimitrov, al miglior risultato negli Slam.
Tutto facile anche per il campione in carica e numero 2 del tabellone Novak Djokovic che si è liberato agevolmente di Lacko, Mayer e Istomin, prima di interrompere il bel cammino di Fabio Fognini, migliore italiano, sconfitto agli ottavi col punteggio di 6-3 6-0 6-2. Ai quarti sfiderà lo svizzero Wawrinka, numero 8 del torneo.
Avanzano senza problemi anche Murray (3) e Federer (4), che si sfideranno nel quarto di finale più interessante in assoluto.  L’inglese ha concesso 1 solo set in tutto il torneo – al francese Robert agli ottavi – mentre lo svizzero ha lasciato le briciole agli avversari, sempre sconfitti per 3 set a 0. L’ex numero 1 al mondo sembra essere rinato grazie alla collaborazione con Edberg, ex campione svedese, che ora è diventato il suo coach. Emblematico il match degli ottavi con l’ostico Tsonga (10), sconfitto in 3 rapidi set 6-3 7-5 6-4, col quale Roger si è vendicato della sconfitta patita lo scorso anno ai quarti di finale al  Roland Garros, con un andamento del match quasi identico.
Tra i big cade solo Juan Martin Del Potro, numero 5 al mondo, sconfitto dallo spagnolo Bautista Agut in 5 set al termine di una battaglia durata quasi 4 ore. Ecco il tabellone aggiornato ai quarti:

Nadal (1) vs Dimitrov (22)
Murray (4) vs Federer (5)
Berdych (7) vs Ferrer (3)
Wawrinka (8) vs Djokovic (2)

Tra le donne invece non mancano le sorprese con tante teste di serie che devono abbandonare prematuramente il torneo. La più clamorosa è l’eliminazione di Serena Williams, numero 1 del torneo, agli ottavi per mano della Ivanovic, che vince in 3 set col punteggio di 4-6 6-3 6-3. Ora la bella serba sfiderà la giovane promessa canadese Bouchard (classe ’94!) che approfitta dell’eliminazione al primo turno di Sara Errani per mano della Goerges al primo turno.
Sempre agli ottavi di finale, salta un’altra testa di serie alta: la numero 3 del torneo, Maria Sharapova, infatti, viene sconfitta dalla Cibulkova in tre set (3-6 6-4 6-1); ora la slovacca se la vedrà con la giovane Halep, che, a conferma i miglioramenti dello scorso anno che l’hanno portata a ridosso delle TOP10, ha sconfitto agli ottavi la ben più esperta Jankovic.
Tutto facile invece per Vika Azarenka, campionessa in carica, che ha sofferto al primo turno con la svedese Larsson (battuta 7-6 6-2) mentre nei 3 turni successivi ha vinto agevolmente contro Strycova, Meusburger e Stephens.
Ai quarti la bielorussa se la vedrà con la polacca Radwanska, la quale non ha espresso il suo miglior tennis sin qui ma grazie alla sua esperienza – nonostante abbia solo 24 anni – è riuscita a portare a casa match che si sono dimostrati meno agevoli del previsto.
Bene anche Na Li, numero 4 del ranking, che ha rischiato l’eliminazione al terzo turno contro la ceca Safarova, sconfitta 1-6 7-6 6-2, ma poi ha steso al turno successivo la russa Makarova, a cui ha concesso solo 2 games. Ai quarti la cinese sfiderà una grandissima Flavia Pennetta, unica azzurra supersite, che ha raggiunto il suo miglior risultato in carriera a Melbourne. La brindisina ha passato i primi 2 turni facilmente (contro Cadantu e Puig); al terzo turno ha avuto la meglio della tedesca Barthel col punteggio di 6-1 7-5 ma è al quarto turno che ha compiuto il vero capolavoro, sconfiggendo la teutonica Kerber (9) in tre set dopo una dura lotta (6-1 4-6 7-5).
Ecco il tabellone femminile allineato ai quarti:

Ivanovic (14)  vs Bouchard (30)
Li (4) vs PENNETTA (28)
Halep (11) vs Cibulkova (20)
Radwanska (5) vs Azarenka (2)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...