DOTTORE, LEI FA COSE TROPPO CATTIVE

Pubblicato: dicembre 20, 2013 da Redbreast in Redbreast, Videogames
Tag:, , , , ,

wolfenstein the new orderCome ogni anno, anche il 2013 ha portato al GamesCom di Colonia tante novità e tante demo a cui aggrapparsi per godersi i titolo che saranno presto  a disposizione di noi appassionati di videogiochi. Bethesda, tra i vari stand presenti, ha sicuramente attirato l’attenzione con una demo assai loquace: Wolfenstein: The New Order, nuovo capitolo della serie Wolfenstein a cura di MachineGames, che, a ben guardare la reazione delle persone presenti, lascia ben sperare.

 La demo presenta il protagonista del gioco, B.J. Blaskowicz, intento a penetrare nella roccaforte del dottor Deathshead, un folle scienziato nazista alle prese con cavie umane nel tentavo di creare un esercito formato da esseri perfetti. Già dai primi momenti si nota come gli sviluppatori ci incoraggino a non prendere le situazioni alla leggera, ma ponderare e riflettere su quale possa essere l’approccio migliore per sorprendere ed eliminare i nemici sul proprio  percorso; possiamo infatti gettarci a capofitto, arma in pugno, e colpire a mitragliate tutto quello che si pone davanti a noi (anche poveri animali indifesi che migrano verso sud), oppure tentare un approccio meno diretto e scavalcarli usando strade secondarie e modi un po’ più “pacati”. L’intento degli sviluppatori è quello di farci godere al meglio il livello di gioco facendoci scoprire strade nascoste e cunicoli non privi di piacevoli sorprese, come medikit e munizioni bonus, un toccasana per la nostra voglia di sforacchiamento.

La demo arriva ai suoi venti minuti quando, senza possibilità di scampo, Blaskowicz viene scoperto dal dottore in persona e viene stordito, diventando una delle possibili cavie di quei diabolici esperimenti. Ripresa conoscenza, il protagonista si ritrova in una cella in cui corpi putrefatti sono sparsi ovunque, dimostrando la mancanza di scrupolo di Deathshead. Fortunatamente una via di fuga esiste grazie ad un piede di porco, che subito viene usato per scardinare le sbarre della prigione; sfortunatamente però un’esplosione creerà non pochi dolori all’eroe, che si vedrà colpito da una scheggia quasi mortale. Il danno è però inevitabile, e il risveglio in una struttura medica del tutto paralizzato non aiutano a sollevargli il morale. Le giornate passano, con lo sguardo fisso fuori dalla finestra, mentre l’infermiera Anya si prende cura di lui, ormai impotente di fronte ai soldati che spesso e volentieri si recano nel centro per ritirare cavie umane ormai paralizzate da portare al malvagio dottore nazista. Ma non passa molto tempo che il centro medico viene chiuso e i pazienti, ormai inutili, messi a morte dai soldati tedeschi. Le infermiere provano a fermare la carneficina, ma loro stesse ne fanno parte nel giro di pochi secondi, essendo ormai nel mirino dei fucili nemici. Ma Blaskowiscz non vuole morire in questo modo, e vedendo Anya in pericolo, si getta capofitto con tutte le forze in corpo contro i soldati, cominciando quella che può essere definito un assalto suicida. La rabbia e tanta, ed è proprio il sentimento che lo spinge a continuare nella seconda parte della demo, dove lo scopo è proprio quello di salvare la giovane infermiera e far sparire ogni traccia di vita tra i soldati rimasti.

Tutto quello che è stato appena descritto rappresenta la demo di un gioco ancora in fase alpha, ed è quindi la fase dove ancora tutto può succedere; ma quello mostratoci fino ad ora è più che buono, dal comparto tecnico alla modellazione poligonale e delle texture. Ottima anche l’intelligenza artificiale nemica: buono spirito di adattamento alle situazioni di gioco e tanta voglia di uccidere il protagonista. Si può tuttavia notare in alcuni casi un rado tearing( schermo diviso in due o più parti, effetto dovuto dalla sovrapposizione di due o più fotogrammi durante una sola frequenza di aggiornamento, ossia il numero di volte in un secondo in cui viene ridisegnata l’immagine su display, n.d.a) e qualche problema di ragdoll ( sistema che si occupa di mantenere credibile il movimento di un essere vivente inanimato, come la rotazione di un braccio in un cadavere), che crea situazioni non prive di grasse risate( vedere il braccio di un cadavere che si fa un bel 360° è roba da manuale, n.d.R). Insomma, dovremo anche in questo caso aspettare futuri sviluppi, ma tutto fa presagire bene, un titolo che sarà sicuramente molto apprezzato dagli amanti del noto Capitan America!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...