QUELLI “BRUTTI, VECCHI E CON LE CIABATTE” CHE PER POCO NON VINCONO X FACTOR

Pubblicato: dicembre 17, 2013 da Isabella Castelli in Note Bionde
Tag:, , , , , ,

Giovedì scorso si è conclusa, dopo più di tre ore di diretta dal Forum di Assago, la settimana edizione di X Factor.

Il vincitore di quest’anno è Michele, detto il “Tesorino” di Morgan, essendo così giovane e timido e soprattutto delicato nel cantare. Vittoria meritatissima, soprattutto per la novità che porta: finalmente basta vedere la solita bella ragazza che canta oggettivamente bene, ma che poi dura un mese nel panorama discografico.

Quella di Michele è quindi una nuova e piacevolissima vittoria, ma parlare dei vincitori è così scontato.

Vi voglio invece parlare dei miei vincitori, quelli che secondo me daranno una scossa al panorama musicale italiano. Sto parlando di Antonio D’Alessio (Tony), Matteo D’Acunto (Doppia D) e Antonio Pagano (Escher), meglio conosciuti come gli Ape Escape.

Già ai tempi delle audizioni avevano stupito tutto il pubblico con la loro personalissima rivisitazione di Madness dei Muse, che Mika commenta con un “Voi Spac(c)ate!”. Ma è il commento di Elio ad essere il più vero, dicendo che guardandoli non gli si darebbe una lira, ma poi sono riusciti a fargli rimangiare quanto appena pensato.

Per chi di voi non li avesse mai visti, diciamo che non hanno per niente quell’aspetto della band o boy band che siamo soliti vedere in tv, tanto che Simona Ventura, quando sceglierà di averli nella sua squadra, esordirà dicendo: “Siete brutti, siete vecchi, avete le ciabatte..”

Morgan durante le varie puntate ripete spesso questa frase, etichettandola ormai come il loro marchio, ma aggiungendovi sempre alla fine tre aggettivi positivi che esaltassero la loro bravura e il loro talento.

Anche Elisa, che ha duettato con loro durante la finale, sembrava davvero emozionata di poter riarrangiare con loro uno dei suoi più grandi successi passati.

Per fortuna non si è guardato quindi solo all’aspetto esteriore e il palco di X Factor ha potuto far esibire fino all’ultima puntata questi grandi talenti.

È sicuramente difficile catalogarli sotto un unico genere: la base delle canzoni è rap ma la voce del leader Tony è paragonabile all’hard rock. Sotto questo aspetto somigliano molto ai famosissimi Linkin Park, che spesso mixavano il rap alla voce Rock del loro cantante. Se ne evince un trionfo di ritmo ed energia pura, nuovi nel panorama musicale italiano.

Il loro inedito, Invisibili, scritto da Andrea Bonomo, rappresenta al massimo il loro percorso nella trasmissione e speriamo sia il preludio di una lingua serie di successi per il trio di Nocera.

La loro speranza è sicuramente quindi quella di iniziare ora un tour, in modo che allo spegnersi dei riflettori la loro carriera possa comunque continuare. Ed è proprio quello che ci auguriamo per loro!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...