SORPASSO: JUVE IN VETTA DA SOLA! TUTTE LE INSEGUITRICI SI FERMANO

Pubblicato: novembre 26, 2013 da Danilo Motta in Offside, Sport
Tag:, , , , , , ,

La Juventus sbanca Livorno e, per la prima volta in questo campionato, si trova da sola al comando della classifica. Llorente al 63′, servito da Pogba, sblocca un match molto difficile per i bianconeri, costretti ad affrontare un Livorno molto chiuso nella propria metà campo. Al 75′ Tevez raddoppia, sua assist del centravanti spagnolo. La squadra di Conte si trova così a 34 punti dopo 13 giornate, record sotto la gestione del tecnico salentino.

Nessuna squadra nelle prime 6 posizioni riesce a tenere il passo della Juve: la Roma, pur dominando il match, non va oltre lo 0-0 contro un buon Cagliari; clamoroso scivolone interno del Napoli che, forse con la testa alla Champions, viene sconfitto per 1-0 dal Parma, grazie alla rete di Antonio Cassano. L’Inter fallisce l’aggancio proprio ai partenopei, non riuscendo a uscire con i tre punti dal Dall’Ara: a Bologna finisce 1-1, coi nerazzurri che dominano ma vanno sotto grazie a Panagiotis Konè, e trovano il pari nella ripresa grazie a un tiro di Jonathan nettamente deviato; la squadra di Mazzarri è anche sfortunata, con ben due traverse colpite.

Una brutta Fiorentina cade a Udine grazie a un gol di Hertaux; si ferma anche l’Hellas Verona, che perde anche l’imbattibilità casalinga nel derby con il Chievo: decisivo Lazarevic al 92′.

Il Milan ci mette il cuore, ma non basta per uscire dalla crisi: con il Genoa è solo 1-1. Apre Kakà al 4′, Gilardino dal dischetto pareggia i conti. Continua il momento no di Balotelli, che si procura un rigore al 36′ con annessa espulsione di Manfredini, ma si fa respingere il penalty da Perin. Nel secondo tempo forcing della squadra di Allegri, ma un grande Perin nega la vittoria ai rossoneri.

Il Torino strapazza il Catania per 4-1: Immobile fa 1-0, El Kaddouri raddoppia, Leto  riapre i giochi per gli etnei, ma Moretti e ancora il marocchino chiudono il match; il Sassuolo vince per 2-0 fra le mura amiche con l’Atalanta, grazie alle reti, nel giro di 4 minuti (63′ e 67′) di Zaza e Berardi; la Sampdoria del neo-tecnico Sinisa Mihajlovic sfiora il colpaccio con la Lazio, ma al 94′ Cana pareggia il gol di Soriano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...