A DRAGON DONATO NON SI GUARDA IN BOCCA

Pubblicato: novembre 22, 2013 da Redbreast in Redbreast
Tag:, , , ,

Dragon Age III Inquisition

Che bello sarebbe volare a cavallo di un drago e incendiare qualche città giusto per il gusto di farlo?! Ovviamente sto scherzando, non si devono bruciare le città, che poi favoriamo il surriscaldamento globale…

Di che gioco tratteremo oggi? Non lo avevate ancora capito? No, non è Skyrim, ma bensì Dragon Age III Inquisition, creatura sviluppata dalla Bioware ( EA Games) e prevista per l’autunno 2014. Se avete giocato ai capitoli precedenti, noterete con gioia come gli sviluppatori, grazie ad una tecnologia denominata Dragon Age Keep, diano la possibilità di raccogliere le informazioni inerenti ai salvataggi dei precedenti capitoli della serie Dragon Age, permettendo così di poter gestire il proprio personaggio e il suo avanzamento nella storia; si potrà infatti ripartire da un determinato capitolo piuttosto che ricominciare la storia da zero, opzione più che consigliata per chi non abbia mai neanche lontanamente giocato ad un titolo della serie.

Visto e rivisto ma pur sempre gradita è la gestione di scelta delle armi tramite la classica ruota di gestione, che senza la messa in pausa totale del gioco ci permette di selezionare l’arma da utilizzare per un determinato scontro e di non perdere d’occhio alcun particolare intorno a noi. E come ogni gioco di ruolo che si rispetti, diverse sono le razze messe a nostra disposizione per vivere le avventure nelle terre di Nevarra, Free Marches, Orlais e Ferelden: troviamo Qunari (strani esseri dalla pelle grigiastra), Nani, Umani ed Elfi.

Cosa, in una descrizione che fino ad ora ha descritto la gran parte degli RPG in circolazione, può farci apprezzare un titolo del genere, vi chiederete? Probabilmente il fatto che le nostre decisioni, prese o meno in modo ponderato, genereranno eventi differenti e modelleranno la storia nel bene e nel male; non è ancora ben chiaro il numero di finali verso cui potremo tendere, ma saranno sicuramente più di tre. Quindi state bene attenti a ciò che fate, perché salvare un villaggio da un attacco nemico piuttosto che farlo perire potrebbe fare molta differenza sul delinearsi della trama.

Ma una buona armatura ed una spada infuocata non possono che portare ad una cosa: lande di draghi morti!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...