OMBRE NELLO SPAZIO

Pubblicato: novembre 15, 2013 da Danilo Motta in Redbreast, Videogames
Tag:, , ,

Killzone Shadowfall

“Fire in the hole!” Poesia per le nostre orecchie! Disperazione per i nostri nemici! Di cosa sto parlando? Per i giocatori più assidui di FPS ( First Person Shooter) questa domanda è banale, ma per chi non lo sapesse, tale frase viene utilizzata ogni qualvolta una granata scivola dolcemente dalle mani del nostro personaggio virtuale per andare a disintegrare ogni cosa incontri sul suo cammino. Non è però il caso di Killzone , in cui raramente abbiamo assistito ad azioni lampo piene di esplosioni; guerra di trincea lunga e logorante, così ci piace combattere!
Di cosa stiamo parlando? Di Killzone: Shadow Fall, nuovo capitolo della saga Killzone, edita per PlayStation fissa e portatile( Killzone: Mercenary per PSVita, grande successo)

La storia sarà ambientata trent’anni dopo gli eventi narrati in Killzone 3; Vektan ed Helghast, abitanti del pianeta Vekta e colonizzatori della galassia, arrivano alla conclusione che un semplice muro non può bastare a dividere le loro culture così diverse, e che la guerra è l’unico modo per risolvere i loro problemi. Certo non sembra il migliore dei prologhi, ma la demo presentata al TGS scorso ha subito smentito i più scettici, mostrando dinamiche di gioco fluide e non prive di tensione.
Il protagonista, un agente dei servizi segreti militari denominati Shadow Marshals, dovrà vedersela sì con sparatorie ed esplosioni, ma anche con missioni in cui la discrezione gioca un ruolo fondamentale, unendo stealth e action con grande eleganza. Si spera solo che non sia un altro Call Of Duty, ma mantenga, come i suoi predecessori, i tempi di battaglia lunghi, che potranno sembrare estenuanti, ma donano sicuramente più realismo… Non siamo mica tutti JoHn Rambo!

La novità più apprezzata dell’ultimo titolo Guerrilla è l’aggiunta, a supporto del protagonista, di un drone; è possibile tramite il touchpad del controller PS4 impartire ordini all’OWL, sia di attacco che di supporto. Tramite l’Attack Mode possiamo inviarlo ad abbattere nemici distanti, in Zipline fornisce una corda da utilizzare per spostarsi rapidamente, in Stun Mode può interferire con gli strumenti elettronici e mandare in nemici nel panico, e grazie allo Shield, uno scudo si materializzerà di fronte al soldato per donargli maggiore protezione. I nemici non avranno nemmeno il tempo di vederlo arrivare…
Le ombre non sono mai state così letali!

Redbreast

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...