ROMA DA DIECI E LODE! NAPOLI E JUVE SEMPRE DIETRO, LE MILANESI SI FERMANO

Pubblicato: novembre 1, 2013 da Danilo Motta in Offside, Sport
Tag:, , , , , , , ,

Marco Borriello, match-winner contro il Chievo.

 

La Roma non si ferma più. 10 vittorie su 10, 30 punti su 30, un solo gol subito. Numeri da scudetto, senza girarci intorno. La squadra di Garcia fatica più del previsto, ma supera il Chievo per 1-0 grazie alla rete di Marco Borriello, che dopo due anni dall’ultima volta torna a segnare con la maglia giallorossa.

La Juventus asfalta il Catania con un netto 4-0: apre le danze Vidal (anche grazie a due deviazioni), raddoppia Pirlo su punizione, Tevez cala il tris e Bonucci il poker. Si è rivista la Juve dei due scudetti consecutivi, quella che non lascia respirare l’avversario e che appare invalicabile in difesa: Antonio Conte sembra avere risolto i problemi della sua corazzata.
Il Napoli espugna Firenze, ma con grandi polemiche. Succede tutto nel primo tempo: Callejon porta in vantaggio gli azzurri con un gran destro al volo su assist di Higuain, ma Giuseppe Rossi pareggia su calcio di rigore; Mertens, ancora assistito dal Pipita, riporta in vantaggio il Napoli. Nel secondo tempo un palo da 20 metri di Cuadrado, e sopratutto al 90′ Cuadrado viene espulso per doppia ammonizione, reo secondo l’arbitro, di aver simulato nell’area del Napoli per la seconda volta: era invece un solare calcio da rigore causato da Inler sul colombiano.

L’Inter per la quarta in stagione si fa rimontare e non va oltre l’1-1 contro una buona Atalanta: apre Ricky Alvarez al quarto d’ora, pareggia El Tanque Denis dopo dieci minuti. Partita molto emozionante con un palo di Icardi, un clamoroso errore sotto porta di Yepes e nel finale una gran tiro di Alvarez.
Il Milan ritrova Kakà, ma non la vittoria: l’ex Pallone d’oro incanta San Siro come ai vecchi tempi, e porta i rossoneri in vantaggio sulla Lazio con il suo marchio di fabbrico, il destro a giro sul palo lontano; tuttavia i soliti errori difensivi portano al pari di Ciani, che può saltare di testa libero di battere Gabriel servito da Candreva. Da segnalare l’ennesima partita incolore di Mario Balotelli, con la solita ammonizione ricevuta.

Il Verona si conferma la sorpresa del campionato infilando la quinta vittoria in altrettanti match al Bentegodi: Sampdoria superata con le rete di Gomez e Toni; il Bologna espugna Cagliari con un netto 3-0, figlio dei gol di Garics, Koné e Pazienza; l’Udinese batte il Sassuolo 2-1 con le reti di Di Natale e Muriel, intervallate dal momentaneo pareggio di Zaza; pirotecnico pareggio per 3-3 fra Livorno e Torino, con gli ospiti che vanno sul 2-0 grazie alle reti di Immobile e Glik, vengono rimontati da Paulinho, Greco ed Emerson, ma nel finale trovano il pari con Cerci su calcio di rigore. Infine importante vittoria per 1-0 del Genoa sul Parma grazie ad Alberto Gilardino

Danilo Motta

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...