GP D’INDIA: VETTEL VINCE GARA E MONDIALE, ALONSO FUORI DALLA ZONA PUNTI

Pubblicato: ottobre 27, 2013 da Andrea Baldeschi in Motorspace
Tag:, , , , , ,

Vettel

Sebastian Vettel stravince il Gran Premio dell’India e, complice una gara da dimenticare per Alonso, giunto 11°, si laurea per la quarta volta consecutiva campione del mondo. Sul circuito di Nuova Delhi, il tedesco domina la gara e taglia indisturbato il traguardo davanti al connazionale Nico Rosberg (Mercedes) -giunto con addirittura 30 secondi di ritardo- e Roman Grosjean (Lotus). Quarto un buon Felipe Massa (Ferrari) che nel finale approfitta di una strategia scellerata dell’altra Lotus di Kimi Raikkonen che chiude settimo , preceduto anche da Perez (ottimo quinto con una McLaren impalpabile durante tutta la stagione) e Hamilton. L’altra Red Bull di Mark Webber è costretta all’ennesimo ritiro della stagione a causa di problemi al cambio.

Al via Vettel tiene la prima posizione ma dietro è da notare un grande spunto di Massa che si ritrova secondo davanti alle Mercedes. Alonso invece prova ad infilare Webber ma c’è un contatto che rovina la strategia allo spagnolo, costretto a rientrare ai box per cambiare l’ala danneggiata.

Al secondo giro rientra anche Vettel che cambia subito le morbide, sorprendendo tutti gli altri.
Il tedesco si ritrova in mezzo al gruppo ma dopo soli 10 giri è già quarto.

A metà gara Vettel, dopo le soste di quasi tutti i rivali, è primo ma Webber sembra agguerrito alle sue spalle. Al giro numero 40 c’è un colpo di scena: l’australiano viene invitato dal team radio a fermare la sua RB9 per problemi non meglio precisati ed è costretto al terzo ritiro nelle ultime 4 gare.

Dietro a Vettel quindi si libera un altro gradino sul podio visto che il primo non è stato mai in discussione: alla fine se li aggiudicano Rosberg e Grosjean mentre Massa, autore di una grande gara, rimane giù dal podio. Raikkonen, che fino a 7 giri dalla fine era secondo, è vittima di una strategia folle del suo box che ritarda fino al penultimo giro la sua seconda sosta e lo costringe a chiudere settimo. Alonso invece dopo il contatto iniziale non riesce nella rimonta e termina 11°.

Con 115 punti di vantaggio sullo spagnolo a tre gare dal termine, ora arriva anche la matematica che incorona Vettel campione del mondo. Un campionato dominato e mai in discussione, condito da 10 vittorie (e una striscia aperta di 6 consecutive) e altri 3 podi su 16 gare. Si tratta del quarto iride consecutivo – solo Schumacher ha fatto meglio (5)- ma il 26enne di Heppenheim non vuole fermarsi. Gli manca 1 titolo per eguagliare un mostro sacro come Fangio e “solo” 3 lo distanziano da Schumi. L’età, il talento e una vettura di gran lunga superiore alle altre rendono meno improbo il suo sogno di diventare il migliore di sempre.

Il mondiale è chiuso ma il Circus della Formula 1 non si ferma:il prossimo week-end si correrà sul circuito di Abu Dhabi e Vettel vorrà dimostrare a tutti di non essere già in vacanza.

Matteo Pifferi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...