GP D’AUSTRALIA: LORENZO VINCE E RIAPRE IL MONDIALE

Pubblicato: ottobre 20, 2013 da Danilo Motta in Motorspace, Sport
Tag:, , , , , , ,

Jorge Lorenzo vince il GP d’Australia davanti a Dani Pedrosa e Valentino Rossi.

Jorge Lorenzo vince un atipico Gp d’Australia (il primo Flag to Flag della storia per la MotoGp, con l’obbligo per i piloti di cambiare le gomme tra il nono e il decimo giro, causa l’eccessivo degrado delle Bridgestone sul nuovo asfalto di Phillip Island) e, complice la squalifica di Marc Marquez, riapre il mondiale, rendendo le ultime 2 gare ancora più emozionanti. Lo spagnolo della Yamaha precede sul traguardo il connazionale Dani Pedrosa e Valentino Rossi, il quale nel finale si difende dagli attacchi di Crutchlow (4°) e Bautista (5°). Sesto l’inglese Smith davanti alla prima Ducati di Hayden.

Al via parte bene Lorenzo che non ha problemi a tenere dietro le Honda di Marquez e Pedrosa. I 3 contendenti del mondiale riescono a scappare dagli altri con Rossi che compone, già molto distanziato, l’altro terzetto assieme a Bautista e Crutchlow.
Il primo ad effettuare il cambio-moto al nono giro è Pedrosa, seguito la tornata successiva da Lorenzo, Rossi, Crutchlow e tutti gli altri. Tutti tranne Marquez che prosegue per un altro giro, rientrando così ai box durante l’undicesimo passaggio, cosa che gli costerà la gara. Il 93 della Honda rientra in pista in maniera sciagurata e rischia il contatto con Lorenzo, che però non si tira indietro e si riprende la prima posizione davanti a Pedrosa con Marquez che si deve accodare al compagno di team.
Al giro 12 la Direzione Gara avvisa che Pedrosa deve cedere la posizione a Marquez per aver oltrepassato il limite di velocità all’entrata della corsia box durante il cambio della moto.
Il giro dopo c’è un altro avviso per la Honda dalla Direzione, questa volta però è molto più grave: bandiera nera (ergo squalifica) per Marquez, reo di non aver rispettato l’ordine di rientrare ai box entro il decimo giro.
Questa sciocchezza targata Marquez-Honda regala la vittoria a Lorenzo, che, con i 25 punti guadagnati, riapre incredibilmente i giochi a due gare dalla fine. Ora il vantaggio di Marquez è di 18 punti su Lorenzo e di 34 su Pedrosa. Tra una settimana si correrà in Giappone e lì si vedrà se Marquez, oltre ad avere la stoffa, cosa che ha dimostrato durante tutta la stagione, ha anche la maturità e l’esperienza per riprendersi da un errore -più della squadra che suo- che però potrebbe costargli il titolo mondiale.

 

Matteo Pifferi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...