GP DEL GIAPPONE- DOPPIETTA RED BULL DAVANTI A GROSJEAN. QUARTO ALONSO

Pubblicato: ottobre 13, 2013 da Danilo Motta in Motorspace, Sport
Tag:, , , , , , ,

Sebastian Vettel, vincitore del GP del Giappone sulla sua Red Bull.

Sebastian Vettel (Red Bull) vince anche il Gran Premio del Giappone, che si è corso sulla pista di Suzuka. Si tratta della quinta vittoria consecutiva, la nona stagionale sulle quindici gare disputate. A differenza delle altre vittorie , in cui il campione tedesco dominava dall’inizio alla fine, è stata una gara tirata fino all’ultimo e solo grazie ad un’ottima strategia, che gli ha permesso di risparmiare un pit stop, è riuscito a trionfare davanti al compagno di team Webber e a Grosjean (Lotus), in testa fino a metà gara. Quarta posizione per Fernando Alonso (Ferrari) giunto a più di 45 secondi di ritardo dal vincitore, davanti all’altro pilota Lotus Raikkonen e a Hulkenberg (Sauber) che conferma l’ottimo periodo di forma giungendo sesto sul traguardo. Chiudono la zona punti Gutierrez (Sauber) al miglior risultato in carriera, Rosberg (Mercedes), Button (McLaren) e Massa (Ferrari).

Al via ottimo scatto di Grosjean che dal quarto posto in griglia riesce a girare per primo alla prima curva mentre dietro di lui ci sono le Red Bull di Webber e Vettel. Da notare un lieve contatto tra Hamilton e Vettel, con l’inglese della Mercedes che rientra ai box per cambiare la posteriore destra forata ma l’auto ha riportato gravi danni tali da costringerlo al ritiro dopo 10 giri.

Fino a metà gara, Grosjean sembra controllare la corsa davanti a Webber e Vettel mentre dietro di loro, già staccati, c’è un gruppetto guidato da Hulkenberg che tiene dietro Rosberg, le Ferrari e Raikkonen.
Al 26° giro Webber rientra per la seconda sosta, seguito 4 giri dopo da Grosjean. Vettel invece rientra al giro numero 38, terminando la gara con una sosta in meno rispetto a tutti gli altri.

Dietro di lui si accende la lotta per il secondo gradino del podio con Webber che riesce a spuntarla nel finale, costringendo Grosjean alla terza piazza. Quarto arriva Fernando Alonso, con una Ferrari con troppi limiti per poter permettere al campione spagnolo di competere con Vettel, che ora ha 90 punti di vantaggio sul ferrarista a 4 gare dalla fine. Il titolo per il tedesco è una pura formalità, resta da stabilire se riuscirà a diventare campione del Mondo già dal prossimo appuntamento, tra 2 settimane in India.

 

Matteo Pifferi

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...